Risolvere problemi aritmetici: software per la scuola primaria

Risolvere-problemi-aritmetici Risolvere problemi aritmetici: software per la scuola primaria

Risolvere problemi aritmetici: software per la scuola primaria

“Risolvere problemi aritmetici” è un software per la scuola primaria studiato per le difficoltà di apprendimento nell’area matematica e, in particolare, per migliorare le competenze nel problem solving matematico.

Il software è suddiviso in tre parti:

  • un modulo di assessment: finalizzato a valutare le abilità di risoluzione dei problemi aritmetici e gli aspetti in cui il bambino incontra difficoltà;
  • un modulo di training: contiene numerosi problemi aritmetici a difficoltà sempre maggiore, e attività di potenziamento delle abilità sottese alla risoluzione dei problemi aritmetici;
  • un modulo di re-test: consente di valutare i miglioramenti all’esito della attività di training.
comprensione, rappresentazione, categorizzazione, pianificazione e memoria

Il software si focalizza sul miglioramento delle abilità implicate nella soluzione dei problemi matematici, in una duplice prospettiva:

  • si sofferma sui processi cognitivi di comprensione, rappresentazione, categorizzazione, pianificazione;
  • dedica ampio spazio ai processi di memoria e, in particolare, alla memoria di lavoro (working memory).

In accordo con la più recente ricerca scientifica sull’argomento, gli esercizi proposti nel programma mirano al potenziamento di entrambi gli aspetti. La soluzione dei problemi matematici, infatti, coinvolge non solo la capacità di comprendere il problema (nel testo e nella situazione proposta), di categorizzare e pianificare le procedure e le operazioni richieste, ma anche l’attività di mantenimento e processamento delle informazioni (memoria di lavoro) e aggiornamento delle stesse (updating).

Il software è destinato agli alunni della scuola primaria (8-11 anni). Può costituire un supporto per integrare le attività didattiche, per una didattica personalizzata con gli alunni che presentano difficoltà nell’apprendimento della matematica. Può, inoltre, essere utilizzato da genitori, psicologi o altri operatori per le attività di potenziamento extra-scolastiche.

Autori: Antonella D’Amico, Maria Chiara Passolunghi, Rossana La Porta

Editore: Edizioni Centro Studi Erickson

Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito web Edizioni Centro Studi Erickson

 

 

Condividi questo articolo

Scritto daRossana La Porta

Psicologa Psicoterapeuta e Dottore di ricerca in Psicologia. Ha conseguito il Master di II livello in Psicopatologia dell’Apprendimento presso l’Università degli Studi di Padova. Supervisore ABA (Applied Behavior Analysis) in formazione, si occupa di diagnosi e trattamento dei disturbi del neurosviluppo

Sito web:http://www.cepsis.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *